Coltiviamo le uve dai 250 a 350 metri.

Seguendo una direttrice orientata approssimativamente da N a S, si passa da una fascia brulla con quote inferiori ai 100 m.s.m, Piana del Calore 75 msm, alle numerose valli che via via allargandosi danno risalto alle colline, con pendenze sempre più lievi, e ad un paesaggio quasi interamente dominato dalle coltivazioni della vite a 250-300 msm.  Eccezion fatta per le residue macchie boschive decorrenti lungo le propaggini dei valloni, la vite si sviluppa fino a circa 400 m.s.m. Rappresentata da ondulazioni quasi interamente ricoperte di vigneti, l’orografia, profondamente incisa da valloni e versanti a volte anche aspri ed acclivi, caratterizza tutto il territorio di Ponte.